Cooperativa di Cencenighe Agordino

Chiesa, bar e bottega.

La rete sociale nei paesi di montagna sta tutta qui.

Precedente
Successivo

Nei paesi di montagna sono tre i riferimenti per la comunità:   la chiesa, il bar, la bottega.

Attorno a queste tre reti sociali si sviluppa la vita della collettività.

Prima di qualsiasi social, prima ancora del telefono, i piccoli paesi dolomitici hanno affidato alle “reti sociali reali” del territorio il compito di accogliere i singoli per poi cogliere l’inevitabile opportunità di farne un gruppo. 

Di vicinanza, di sostegno, di confronto, di vociferare. 

Per noi allestire la Cooperativa di Consumo di Falcade, nella sede di Cencenighe Agordino, ha rivestito estrema importanza, non solo dal punto di vista della progettazione e dello scopo commerciale che avrebbe avuto l’attività, ma proprio per ciò che avremmo creato per il tessuto sociale.

Volevamo spazi luminosi, di facile accesso ai consumatori; spazi che non spezzassero il dialogo tra banco e clienti, ma anzi, ne agevolassero lo strepitare tipico di queste realtà.

L'attività del banco

Più di ogni altro corner all’interno del perimetro della bottega, il banco rappresenta il luogo del dialogo. Volevamo che fosse ampio per poter ospitare le tipicità delle malghe di montagna e delle aziende agricole bellunesi; lo volevamo comunque luminoso, semplice, accogliente. Il banconiere ha la visuale su tutti i reparti, si muove agilmente tra cassa, vetrina, frutta&verdura e scaffali e riesce a gestire con facilità il suo lavoro.

Il dialogo è favorito dalle giuste dimensioni del banco refrigerato e dalla luce che esalta i prodotti, facilitando le vendite.

Skafa - Scaffale

Quando in paese ci sono pochi riferimenti per abitanti e turisti, le botteghe vanno progettate per essere funzionali e sfruttare tutto lo spazio possibile per l’esposizione, facendo attenzione a non togliere luce e un senso di libertà… quella libertà del consumatore di muoversi e acquistare.

Linee pulite e la profondità di questa parte della Cooperativa, ci hanno permesso di inserire scaffali in grado di rispondere alle esigenze del nostro cliente.

Fresco come le nostre montagne

Frutta e verdura sono stati posti all’entrata della bottega, nella parte più ampia e vicino al banco degli affettati. In questo modo gli operatori hanno una visuale completa degli spostamenti dei consumatori, riuscendo a coprire tutte le richieste.

Il legno si fonde ai colori di frutta e verdura, ospita una parte refrigerata e permette un flusso ben distribuito di consumatori.

La disponibilità di materie prime è ben visibile, in modo che l’atto della spesa e della pesata siano facili da raggiungere.

Il valore di queste realtà è inestimabile, sono servizi fondamentali per le comunità di montagna, nonché un modo genuino e semplice di veicolare informazioni sulla cultura locale e le meraviglie delle nostre montagne.

I social network “analogici” sono quanto di migliore abbia ancora la nostra società ed è per questo che siamo e saremo sempre pronti a progettarli e arredarli con amore.

evòo, l’accento che fa evolvere!